Tag

, , , , , , , ,

affermazione di louise hay giocare carte piu data In merito al pensiero positivo e al metodo Louise Hay si sono animati negli anni parecchi fraintendimenti che possono inficiare completamente la bontà del lavoro svolto con questo metodo.
Alcune persone pensano erroneamente che pensare positivo significhi non avere problemi, moltissimi trainer ed insegnanti,promettono erroneamente che se si pensa positivo non si avranno  più problemi ne difficoltà e la vita sarà una passeggiata in una valle di rose. Leggo spesso “anche quando tutto va male ripetiti che va tutto bene” oppure “se pensi positivo ti succederanno solo cose belle”. Ma questo non è vero ne realistico. Louise stessa ammette spesso e volentieri che possono esserci esperienze della vita inevitabilmente impegnative ma che costituiscono “incroci inevitabili”. Noi abbiamo solo una visione minima dell’immenso infinito disegno di cui siamo parte, quindi ignoriamo che per il nostro stesso percorso evolutivo e per quello del pianeta potrebbero esserci tappe “obbligate”. Non è raro infatti che proprio mentre lavori su un tema, l’amore ad esempio, possano venire a galla le esperienze più sgradevoli per insegnarti  a guarire :il senso di abbandono, il rifiuto,la paura, la gelosia..ovvio non è necessario che sia SEMPRE così, ma può succedere. L’abilità di avere un approccio ottimistico alle difficoltà si può sviluppare ed è quello che facciamo al corso “Ama te stesso” ma non ci evita di incontrare delle difficoltà.

Questo approccio ci fornisce però gli strumenti per GESTIRE, SUPERARE E INTEGRARE le difficoltà invece di SUBIRLE. si tratta di imparare a credere in se stessi, a credere che abbiamo talenti e capacità, che possiamo farcela, possiamo guarire, possiamo guarire la nostra Vita, indipendentemente da cosa è stato e da cosa sta succedendo.
Se la vita fosse una partita a carte potremmo dire che a volte scegliamo noi le nostre carte, altre volte ci vengono passate dagli altri ( e magari possiamo dire si o no), altre volte è l’Intelligenza Universale che le distribuisce. Quando non ci piacciono cosa dovremmo fare? Alcuni si mettono a piangere e a disperarsi, nonostante tutto il gioco continua indipendentemente dalle loro lagnanze, altri invece fingono di avere delle belle carte e così non affrontano il gioco.
E’ quello che definisco l’ipocrisia positiva ed è quasi peggiore che vittimizzarsi. Molti fraintendono gli insegnamenti di Louise e del pensiero positivo e sostengono o addirittura insegnano ai seminari, che quando le cose vanno male devi far finta di niente e continuare a ripetere che vanno bene, continuare a comportarti come se nulla fosse…. ho conosciuto persone che hanno fatto debiti di migliaia di euro continuando a condurre lo stile di vita di quando non avevano problemi economici e ignorando l’imminente o la già avvenuta bancarotta. Infine, nella nostra “famosa partita a carte”, c’è chi vede oggettivamente le proprie carte “belle o brutte”che siano e cerca di trovare in esse il potenziale, il modo di ottenere il meglio. Questo è l’approccio positivo. Ammettere che le cose non sono perfette e che possiamo raccogliere comunque il miglior bene possibile da ogni situazione. Quando le cose vanno, “male” è importante riconoscere che sono lontane dalle nostre aspettative, che potrebbero esserci delle difficoltà; possiamo anche disperarci un pò ed arrabbiarci se questo ci fa stare meglio, poi prendiamo in mano le nostre carte e giochiamo meglio che possiamo.Senza farci prendere dalla rabbia, senza disperarci, manteniamo la percezione che anche se le carte non sono le migliori possiamo tirare fuori molto di buono. Continuiamo a mantenere il focus sul fatto che abbiamo un mare di possibilità e abilità inesplorate da mettere a frutto. Mettiamo da parte, ora si,il carosello dei pensieri negativi, della paura,che ci renderebbero poco lucidi e poco presenti e giochiamo.Un caro abbraccio ed un sereno 2016 cari amici. Gian

Vi aspettiamo al corso ama te stesso a Milano il 31 gennaio al prezzo etico di 70 euro. contatti: gian@louisehayitalia.org oppure al 3271428376 dal lun al ven dalle 11 alle 19.