Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Ciò che credi è vero per te

Ciò che credi è vero per te

Il processo di cambiamento e trasformazione che ciascuno sperimenta quando incomincia un percorso di crescita personale è spesso molto profondo, non cambiano semplicemente abitudini e stili di vita, con calma e con un lavoro costante, cambia spesso molto di più.

Uno dei temi più frequenti da affrontare nel processo di cambiamento è quello del rapporto con gli altri. Molte persone lamentano di non comprendere o sopportare più le loro vecchie amicizie, altri ancora si preoccupano di coinvolgere nel cambiamento anche le altre persone, spesso con poco successo.Per evitare di entrare in una spirale di sentimenti e dinamiche poco costruttive, che possono rallentare il nostro processo è bene ricordare alcuni semplici punti

1) Non cercate di cambiare la vita degli altri. Ognuno è responsabile delle proprie esperienze, ma non di quelle degli altr: Non potete cambiare la vita delle altre persone senza il loro consenso e spesso neanche con il loro consenso. “Zappare l’orto del vicino” è spesso una pratica poco produttiva che vi fa perdere un sacco di tempo; Coltivate il vostro orto e fatelo fruttare: è il miglior esempio che possiate dare per motivare gli altri a fare altrettanto

2)Non cercate di convincere nessuno.  Convincere gli altri spesso è un modo per convincere voi stessi o avere conferme, usate meglio il vostro potenziale. Le persone maturano con il loro tempo e modo, indipendentemente da quello che dite o fate. Siate disposti ad accettare la convinzione che potete avere opinioni diverse ed avere entrambi ragione, ricordatevi che ognuno è nel suo mondo!

3)Concentratevi su voi stessi. Il vostro nuovo sè ha bisogno di tutta la vostra attenzione ed energia. Avete appena cominciato il vostro percorso e spesso le cose nuove sono fragili ,come i germogli appena usciti dal terreno. Decidete anche con chi condividere le vostre nuove consapevolezze, ricordatevi che sono tenere, vanno protette.

4)Riconoscete che gli altri non hanno in mano i vostri strumenti. Siate disponibili a usare la vostra comprensione e compassione invece di farvi prendere dalla rabbia o dalla frustrazione. A volte quando si “vibra ” a un livello diverso e si vedono i benefici del proprio lavoro, si trovano frustranti i commenti altrui.Lasciate andare e se volete ripetetevi, “è vero nel suo mondo, nel mio mondo no”

5)Non biasimate e astenetevi dall’interpretare. Riconoscete che, se finora avete frequentato amichevolmente queste persone , probabilmente avevate una visione simile del mondo. Ora che voi state cambiando è come se indossaste occhiali con lenti colorate di colori diversi e va bene cosi’. Siate pazienti con loro , ricordatevi che siete voi che siete cambiati, non loro e probabilmente vi fanno da specchio per come eravate.

6) Siate disposti a limitare i contatti e lasciar andare. A volte quando si cambia molto il modo di percepire la realtà e rispondere ad essa, le persone intorno a noi possono non essere più in sintonia con il nostro modo di vedere e sentire  o addirittura possono diventare nostri detrattori. Di solito ce ne accorgiamo perchè in loro compagnia ci sentiamo meno pieni di energia, più stanchi, meno motivati, meno ottimisti. Quando ci troviamo di fronte a queste situazioni è bene moderare la frequentazione per proteggersi e tutelarsi nell’attesa di trovare un nuovo equilibrio reciproco.E, nei casi estremi,  essere disposti a lasciar andare le altre persone.

7) Siate disposti a accettare di stare un pò da soli. Le persone hanno molta paura di restare da sole, eppure saper godere della propria compagnia è il primo segnale che stiamo lavorando bene sulla nostra autostima. Accettate che nei periodi di trasizione potreste rimanere temporaneamente da soli, lasciate andare con amore e gratitudine chi vi ha tenuto compagnia prima e preparatevi ad accettare nuove amicizie in linea con i vostri nuovi principi

8)Siate disposti a rivedere la dinamica di coppia: Chi vive accanto a voi quotidianamente è abituato a vedervi agire determinati comportamenti e a muoversi all’interno di specifiche dinamiche.  Capita spesso che, quando cambiate, l’altro  si trovi disorientato, confuso o spaesato. Lasciategli il tempo di “riconoscervi” e ritrovare un nuovo equilibrio.

Impariamo a prenderci alla leggera

Impariamo a prenderci alla leggera

9)Siate disposti a  dire no. E’ un importante atto d’amore verso noi stessi imparare a dire no a discorsi, azioni, comportamenti e situazioni che non ci corrispondono più e sentiamo andrebbero contro i nostri nuovi principi. Non ha importanza se “avete sempre fatto cosi’” oggi potete scegliere di cambare e non farlo più.

10)Siate leggeri. Chi incomincia un nuovo percorso spesso viene preso dall’entusiasmo ma anche dal dogmatismo e dalla rigidezza; Cercate di essere leggeri, di passare del tempo spensierato e di qualità con le altre persone indipendentemente dalle divergenze di idee.Non correggeteli o sgridateli, siate disposti a discutere anche argomenti frivoli,purchè non siano pettegolezzi. Fate che il crescere e cambiare sia un processo divertente, anche per gli altri :-)